fbpx

La potenza della mente inconscia nel golf

Eccoci di nuovo insieme. Complimenti per il tuo interesse sull’argomento.

Nell’articolo “Le capacità mentali del Golfista Vincente” hai appreso quali sono le conoscenze e le abilità di base che devi acquisire e che rappresentano i primi tre step del mio Metodo. Ti garantisco che già allenandoti su questi aspetti la qualità del tuo gioco farà un sensibile salto in avanti e con esso anche il tuo score.

Tuttavia, quanto visto finora non basta! Ora ti spiego il perché, seguimi. Con i primi tre step del Metodo abbiamo iniziato a educare la tua mente o in altri termini a insegnarle a selezionare solo le informazioni di qualità – autoconsapevolezza corporea – che le servono per dare gli input efficaci al corpo e quindi esprimere il gesto tecnico desiderato.

Come hai avuto modo di leggere e imparare, saper individuare e selezionare le “giuste” percezioni è una vera e propria arte che cresce col diminuire dell’handicap e raggiunge la sua massima espressione nei giocatori professionisti.

Ora c’è un tassello che devi assolutamente ricordare e che conoscendomi avrai ormai chiaro e cioè l’impatto e la potenza della mente inconscia. La stragrande maggioranza delle nostre decisioni, e quindi azioni, fanno capo alla nostra mente inconscia.

Già al terzo step del mio Metodo ti ho introdotto all’abilità di quietare la tua mente inconscia con delle pratiche di focalizzazione e presenza. Mi sono reso conto sulla mia pelle che la forza dell’inconscio può, in alcuni casi, essere tale che queste pratiche perdono facilmente di efficacia e tendono a non funzionare.

LA POTENZA DELLA MENTE INCONSCIA NEL GOLF E IL COACHING

Ti racconto cosa mi è accaduto parecchi anni fa lavorando con un golfista professionista. Lui è un giocatore di talento, tuttora in attività, con un eccellente tocco di palla e ben dotato fisicamente. In allenamento riusciva a girare costantemente, e spesso abbondantemente, sotto il par del campo dove ci allenavamo.

Quando arrivava la gara, si trasformava, perdeva sicurezza in sé e i suoi score crollavano. Abbiamo iniziato a lavorare insieme e ho applicato con lui i primi tre step del metodo. Abbiamo subito riscontrato dei miglioramenti, soprattutto sulla gestione emotiva del pre-gara.

Dopo poche gare gli score sono tornati a salire e questo ha condizionato la sua fiducia. Lui era estremamente metodico nell’applicare gli esercizi che gli proponevo, oltre che curare la parte tecnico-tattica e fisica, tuttavia i risultati non arrivavano.

Abbiamo analizzato cosa stesse accadendo in lui e dopo varie conversazioni e con l’aiuto della metodologia del coaching è emerso chiaramente come in gara fosse vittima di stati d’animo negativi che “arrivavano a lui”, erano molto intensi e non riusciva a gestirli in modo efficace.

Questo “essere vittima degli stati d’animo” come lo definiva lui e la forza degli stessi, quasi che ne venisse travolto, mi ha fatto molto riflettere e ha messo enormemente in discussione il mio metodo di lavoro di quel periodo.

Ho allora compreso molto chiaramente come, in molti giocatori, la competizione innesca dei meccanismi della mente inconscia che hanno un impatto molto forte sulla persona-giocatore a tal punto da vanificare tutto il lavoro mentale fatto in precedenza.

Ho messo a fuoco la necessità di lavorare a un altro livello che andasse a toccare tutti quegli aspetti che caratterizzano la mente inconscia e che ne determinano il suo impatto sul gioco.

Ho potuto fare questo grazie alla mia pluriennale esperienza di coach professionista e a un modello di conversazione specifico che mi permette di andare a lavorare sulle prospettive e convinzioni personali.

Nel mio libro “Golfista Vincente” troverai informazioni dettagliate al riguardo, qui ti basta sapere che il primo passo per lavorare sulla mente inconscia è far emergere, ossia rendere esplicite e osservabili, quelle che io chiamo prospettive di vita e convinzioni profonde. Esse rappresentano la base di partenza dalla quale nascono in noi pensieri ed emozioni e quindi determinano i nostri stati d’animo e da qui le nostre azioni. Questo è il quarto step del mio Metodo.

LA CREAZIONE DELLA STORIA AUTENTICA

Il passo successivo nel mio metodo è supportarti come golfista nella creazione di nuove prospettive e convinzioni funzionali a raggiungere i tuoi desideri sportivi e farlo in modo tale da andare a interagire direttamente con la tua mente inconscia.

Da qui è nato il quinto step del metodo ovvero “La creazione della Storia Autentica”. Si tratta in estrema sintesi di creare e scrivere, in modo specifico e opportuno, ciò che tu come persona-golfista scegli di sperimentare nella tua vita sia dal punto di vista delle esperienze esterne – luoghi, persone, circostanze – sia da quello degli stati d’animo e quindi delle prospettive di vita e convinzioni profonde.

Una volta creata, e ti assicuro che con il mio aiuto sarà un’esperienza assolutamente appagante, resta ancora un passaggio. Dovrai letteralmente “dare in pasto” questa storia meravigliosa al tuo inconscio affinché la assorba e la faccia sua e quindi te la riproponga automaticamente ogni volta che ne avrai bisogno.

Per fare questo, basandomi sugli ultimi studi e ricerche nel campo delle neuroscienze, ho individuato una procedura estremamente semplice ed efficace. L’ho sperimentata anche su di me e ho verificato che funziona. Se sei interessato a conoscerla e applicarla allora non perdere tempo e acquista il mio libro a questo link: https://andreafalleri.com/libro/

A questo punto penserai che avendo agito direttamente sulla mente inconscia, il metodo è concluso. Invece no, affinché il lavoro insieme dia il massimo dei risultati possibili ci sono ancora ben quattro step.

Non ho letteralmente lasciato nulla al caso e non appena leggerai gli step successivi ti renderai conto di quanto preciso e sofisticato sia il metodo che ho messo a punto e di come possa realmente accompagnarti verso il successo che meriti e che renderà la tua vita golfistica meravigliosamente piena e appagante.

Seguimi allora nel prossimo articolo dove parlerò di come creare il contesto ottimale per aspirare a ottenere score stra-ordinari in gara.

Se vuoi sperimentare fin da ora il mio metodo allora contattami qui, ti garantisco che sarà un’esperienza unica e memorabile!

Swing your Mind!

Andrea Falleri

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

seguimi su

Credits: Le foto sono opera del fotografo Lorenzo Piano. Il logo è opera di Vincenzi Palici di Suni. Copyright 2019 Andrea Falleri. Sito web di aboutorsa.com
All Rights Reserved. Andrea Falleri – P.iva 02712551205

Privacy Policy Cookie Policy
compra il libro